E-Mailing efficace per gli Hotel




La posta elettronica, se ben gestita, rappresenta uno degli strumenti di comunicazione più efficaci per le strutture alberghiere o extralberghiere; se legata all’attività di CRM, l’efficacia diventa massima! L’email, infatti, è il canale di comunicazione preferito dai CRM.


Gli obiettivi dell’E-Mailing sono gli stessi del CRM:


- Acquisizione di nuovi Clienti acquirenti

- Ri-acquisizione dei Clienti persi o inattivi

- Fidelizzazione dei Clienti acquisiti

- Stimolo del passaparola

- Up-selling e Cross-selling

- Azioni di riconoscimento


Una delle caratteristiche fondamentali dell’E-mailing è la personalizzazione; per ciascuna tipologia di Cliente, e sulla base delle differenti esigenze, è possibile programmare diversi tipi di comunicazione email.


Per questa ragione è fondamentale porre molta attenzione alla profilazione della Banca Dati, ovvero alla raccolta, all’elaborazione e alla suddivisione in gruppi omogenei degli indirizzi a disposizione.


Per profilare i Clienti raccolti nella Banca Dati occorre utilizzare le seguenti variabili: motivazione, genere, età, professione, reddito, istruzione, stato civile, analisi psicografica e comportamentale, ecc.


La qualità degli indirizzi presenti nella Banca Dati e la loro profilazione è fondamentale affinché l’azione di E-Mailing abbia efficacia.


È utile indicare anche la fonte da cui proviene ciascun contatto raccolto, ad esempio attraverso la Lead Generation: sito, newsletter, ecc.


Per ottenere il massimo da un’azione di E-Mailing è opportuno fare attenzione a:



Obiettivi


Innanzitutto va stabilito l’obiettivo della comunicazione.

L’obiettivo deve essere unico e interessante per il Cliente; bisogna evitare di inserire nella comunicazione troppe cose! Si rischia di confondere il Cliente e non conseguire l’obiettivo prospettato


Contenuti personalizzati

Ciascuna comunicazione deve essere “su misura” del cliente.

Usare il suo nome e cognome, rispondere alle sue particolari esigenze, utilizzare il suo linguaggio, stimolare la sua curiosità e fare appello sia alla ragione che all’emozione!

L’oggetto deve essere invitante! È la prima cosa che il Cliente legge e che lo stimola ad aprire l’email.

Per scrivere i testi utilizzate le tecniche di comunicazione efficace del copywriting e dello storytelling.

Si possono utilizzare le immagini, facendo però attenzione ai tempi di caricamento.

Ricorda: a volte non basta una sola email per raggiungere l’obiettivo desiderato; suggerisco di predisporre un Piano Editoriale e, per conseguire gli obiettivi più ambiziosi, l’invio di più email nel tempo

Invito all’azione (Call-to-action)

Per conseguire gli obiettivi preposti è necessario spingere all’azione attraverso l’inserimento, ad esempio:

  • dei recapiti della struttura: telefono, email, contatti, calendario, Skype, WhatsApp, ecc.

  • di un Link “Condividi la tua storia di successo!” oppure “Approfondisci il nostro prodotto scaricando la scheda tecnica!”, ecc. che riporta ad una Landing Page specifica

  • di un invito: “Per ottenere uno sconto, prenota adesso!” oppure “Registrazione alla Newsletter”, ecc.

  • del collegamento ai Social Network

  • Ecc.


Grafica

Deve mettere in evidenza il Brand ed essere coordinata con le altre comunicazioni: il Sito internet, le pubblicità digitali, la brochure, ecc.

Rendi l’email leggibile dai telefonini e tablet.

Tempi di invio

Fare attenzione a non “stressare” il Cliente; da evitare invii troppo invasivi!

Evita invii nei giorni iniziali e finali della settimana lavorativa!

Analisi dei risultati

Monitora ciascun invio; è inutile continuare ad inviare email senza adeguati riscontri.

Per comprendere l’efficacia di un invio è necessario monitorare i seguenti dati:

  • Numero di email inviate

  • Numero di email aperte e lette

  • Numero di click

  • Numero di conversioni - raggiungimento dell’obiettivo preposto.


Molti sono i software presenti sul mercato in grado di impostare un’efficace azione di E-Mailing; alcuni sono a pagamento, altri sono gratuiti: Active Campaign, Aweber, Get Response, Infusionsoft, MailChimp, MailUp, ecc.


Molte di queste piattaforme consentono la Marketing Automation, ovvero l’automatizzazione delle attività ripetitive, il tracciamento delle attività dei Clienti, il controllo e la misurazione delle attività di digital marketing.


Ad esempio, è possibile impostare lo sviluppo e l’implementazione delle campagne di email-Marketing attraverso la spedizione di una sequenza di messaggi separati e diversi per ciascuno dei segmenti di clientela.


Questi sistemi, inoltre, consentono l’invio di una serie di messaggi in risposta a determinate azioni: compilazione form dal Sito internet, richiesta informazioni via email, ecc.


Dall’analisi dei dati relativi a ciascun invio, inoltre, la Marketing Automation consente di comprendere quanti e quali Clienti hanno aperto l’Email, quanti hanno aderito all’invito all’azione (call-to action), quanti hanno proseguito fino all’acquisto, ecc.; per ciascun contatto il sistema calcolerà un punteggio.